Ascoltando TANYA

Una formazione musicale originale ed innovativa. Quattro artisti tarantini che sanno rimescolare stili ed esperienze differenti. Una moderna rivisitazione della canzone tradizionale jazz con quattro diverse direzioni interpretative.

  • TANYA PUGLIESE voce
  • PALMA COSA chitarra
  • LORENZO SEMERARO piano
  • PAOLO BONVISSUTO chitarra

TANYA PUGLIESE

Solo oggi sto un pochino realizzando ciò che di bello sta accadendo.
La nascita di un nuovo progetto, con anime meravigliose come le vostre… si, sono emozionata ed entusiasta, anche se anch’io non lo dimostro facilmente.
Sono certa che potranno realizzarsi solo cose belle perché prima di ogni cosa ognuno di noi ci mette il cuore, la passione ed il rispetto per l’arte che pratichiamo, ed è questa la cosa che mi emoziona di più di tutte.
Volevo ringraziare Paolo, con tutto il cuore, per averci uniti, o per meglio dire… riuniti. (Tanya Pugliese)

Cantante dal talento cristallino, dal timbro caldo e colmo di suadenti venature blue-eyed soul, dall’intensità comunicativa profonda e genuina, Tanya Pugliese è una vocalist assai poliedrica, in grado di spaziare con disinvoltura e abilità dall’intero repertorio della musica afroamericana fino al pop italiano.

Laureata in Materie Musicali con indirizzo Canto Jazz presso l’istituto superiore di studi musicali “Giovanni Paisiello” di Taranto, con il massimo dei voti e lode e menzione d’onore. Anche compositrice, nonché docente di canto, la musicista tarantina ha condiviso il palco al fianco di svariati musicisti dall’indubbio valore, fra i quali: Rossana Casale, Mario Rosini, Nico Morelli, Giuseppe Bassi, Paolo Damiani, Mimmo Campanale, Guido Di Leone, Larry Franco, Stefano De Donato, Simona Bencini, Uccio De Santis.

Ha pubblicato nel novembre 2021 il suo primo singolo dal titolo “Smettila” presente su tutte le piattaforme digitali.

Attualmente fa parte dell’ensemble vocale Mezzotono, gruppo a cappella con il quale si è esibita praticamente in tutto il mondo, in nazioni come: Norvegia, Germania, Russia, Repubblica Ceca, Pakistan, Cina, Oman, Arabia Saudita, Turchia, Slovacchia, solo per citarne alcune.

PALMA COSA

Quando Paolo mi ha proposto questa nuova idea di progetto la cosa mi ha stupito molto inizialmente, perché l’idea di un gruppo composto da i nostri tre strumenti con la voce mi è sembrato un po’ “strano”.
Poi però ho pensato che è bello creare qualcosa di diverso, accattivante e assolutamente fuori dagli schemi del tradizionale quartetto jazz, e che quindi, musicalmente, bisogna osare! (PALMA COSA)

Chitarrista, docente e compositrice tarantina, formatasi attraverso lo studio e la passione per la musica popolare brasiliana e la tecnica acustica fingerstyle. Una tecnica eccellente, armonie ricercate ed un groove trascinante.

New Age, World, Jazz e Pop scorrono e coesistono nel playing di Palma rendendola un’artista originale ed ispirata. Il suo brano per chitarra acustica “CRAZY DAY” viene scelto dal discografico Franco Serafini (arrangiatore di Mina) ed inserito in una compilation, nel 2017 pubblica il suo primo EP “Acoustic Dream” lavoro peraltro molto apprezzato sul web e dalla critica di settore, nel 2018 partecipa al FIM (Fiera Internazionale di Milano), nel 2019 apre i concerti di Peppino D’Agostino ed Antonio Onorato, l’intensa attività live scorre parallelamente a quella didattica attraverso masterclass e seminari, inoltre Palma è insegnante di ruolo nelle scuole medie ad indirizzo musicale.

Ha all’attivo due album per chitarra acustica Fingerstyle: “Acoustic Dream” e “Believe”.

LORENZO SEMERARO

Laureato con il massimo dei voti in Pianoforte Jazz sotto la guida del Maestro Mirko Signorile, inizia ad approcciarsi alla musica all’età di 7 anni.

All’età di 16 anni intraprende lo studio del pianoforte classico ed in seguito perfeziona lo studio degli stili musicali e della composizione, nonché quello tastieristico dalla quale conosce e perfeziona l’uso di strumenti come sintetizzatori, organi Hammond e piani elettrici.

L’adolescenza lo porta alle prime esperienze in band musicali di vario genere ed anche alle prime esibizioni live, partecipando a numerosi concorsi in tutta Italia, classificandosi spesso alle prime posizioni.

Nel corso degli anni ha militato e collaborato in numerose band, adattandosi a svariati generi musicali: rock, pop italiano, pop inglese, blues, folk, musica corale, jazz, reggae, funky, colonne sonore per teatro, partecipando anche ad eventi di spessore con artisti del calibro di Iskra Menarini, Dodi Battaglia, Roby Facchinetti, Tony Esposito, Jimmy Sax.

Registra alcuni dischi di vario genere tra cui: Davide Berardi “Cantinaria” , Martina Torregiani “A luci spente”, Leo Tenneriello “Basta Pagare”, QT Lovers “Nuove Stelle”, Leo Tenneriello “Kafka”, Leo Tenneriello “Wilde”, PlurimaMundi “Percorsi”, Andrea Musci “Succede qualcosa”, Ninfea “RI-Evoluzione”.

PAOLO BONVISSUTO

Inizia lo studio dello strumento all’età di 16 anni grazie ad un suo amico che gli trasmette la passione per la musica e per la chitarra in particolare. Dopo varie esperienze di studio e di musica live con alcune band rock e blues, scopre nel 1990 la sua più grande passione, la musica Jazz. Inizia la sua attività professionale suonando nei club della Puglia e della Basilicata e nello stesso periodo frequenta i seminari estivi della Berklee College of Music di Umbria Jazz.

Nel 1991 studia con Joe Pass e nel 1992 con Bill Frisell e con Frank Gambale. Ottiene riconoscimento  musicale in campo jazzistico come ad esempio una borsa di studio breve per frequentare gratuitamente il Berklee College Of Music di Boston.

Insegna in diverse associazioni musicali, oltre ad esserne anche direttore artistico, ha suonato anche con Franco Cerri, Tino Tracanna, Fabrizio Bosso, Tom Kirkpatrick, Claudio Fasoli, Tony Scott, Aldo Vigorito, Greg Burk, Alan Michael Rosen, Robert Bonisolo, Antonio Onorato, Roberto Ottaviano, Andy Gravish, Fabio Zeppetella, Nucci Guerra, Ares Tavolazzi, Massimo Manzi, Maurizio Giammarco, Ellade Bandini e tanti altri.

Ha registrato diversi dischi, di cui alcuni a proprio nome o in leadership ed altri in collaborazione con altri artisti, con progetti di musica Jazz, Musica Moderna, World Music, Musica Leggera, ecc.

Partecipa a diversi festival, sostenendo iniziative culturali nel proprio territorio e lavorando in stretta collaborazione con lo “Jonio Jazz Festival” e portando avanti anche il progetto musicale “Jonio Jazz Lab“.

Ha fondato, con la partecipazione di alcuni musicisti tarantini, il network musicale Jazzincontri che attualmente viene messo a disposizione di professionisti ed appassionati di Jazz per fare gratuitamente auto promozione, sia in Italia che in diversi paesi d’Europa e del Mondo.

Oggi è attivo artisticamente, con diversi progetti musicali che lo vedono impegnato a tutto tondo nella composizione di brani inediti e di nuove produzioni discografiche.