ARMONIA E IMPROVVISAZIONE JAZZ… In Pillole: Cerchiamo di capirci qualcosa_#4

LA SPERIMENTAZIONE E LA RICERCA DEI SUONI GIUSTI
La ricerca della melodia o dell’armonia è il lavoro fondamentale che ogni musicista dovrebbe fare, sia nella fase della creazione o composizione musicale, che nella personale sperimentazione del fraseggio strumentale. Questo lavoro va svolto assolutamente in totale solitudine.

Può sembrare a molti di noi che non sia così. In passato gran parte dei miei allievi mi chiedevano se poteva essere utile effettuare lo studio del proprio linguaggio musicale utilizzando le basi musicali, ma io ho sempre sconsigliato questa pratica a meno che non si tratti espressamente di un allenamento prettamente legato alla disciplina del Time, ma anche in questo caso io consiglio di usare esclusivamente un metronomo.

Perché la penso così? Semplice, ognuno di noi riceve dall’esterno l’ispirazione e la giusta stimolazione per l’esecuzione di una nota o di una frase “giusta“; ci tengo a far notare quanto sia importante scegliere da cosa o da chi vogliamo essere stimolati o influenzati, un po’ come dire che chi sta con lo zoppo impara a zoppicare e questo fenomeno è perfettamente naturale per tutti noi, quindi, se proprio sentiamo il bisogno di ricevere la giusta ispirazione, vi propongo di scegliere i dischi che vi piacciono di più e di suonare ascoltando, anche se non si riesce a ripetere o copiare ciò che si ascolta, l’influenza che se ne ricava è altamente formativa.

Uno dei chitarristi che mi ha convinto dal punto di vista della sincerità di espressione è stato Franco Cerri. Nel 2013 ci siamo trovati insieme a svolgere una Masterclass ed un concerto organizzato dal Team Leader di Jazzincontri e durante la sessione didattica tenuta presso l’Accademia Tàrrega di Talsano (Taranto), ho potuto ascoltare e capire la passione che ha avuto Franco Cerri in tutta la sua vita, nella la profonda ricerca del suono giusto.
Ricordo un particolare del suo Workshop, quando ripeteva continuamente la stessa cosa in merito al suo obiettivo fondamentale. Diceva che per tutta la sua vita la sua ricerca era sempre quella della frase che gli potesse risultare più bella in assoluto.

Lo studio della grammatica musicale è certamente una base preziosa per ogni musicista, ma la musica non si trova tra le scale e gli accordi, la musica è essenzialmente “l’arte dei suoni“, quindi, se vogliamo fare musica, il nostro percorso fondamentale deve essere rivolto alla ricerca del suono giusto, della frase o dell’accordo che più ci emozionano, del ritmo più convincente, della composizione più originale. Capisco che l’argomento sembra controverso ma, dopo trentacinque anni di esperienza come musicista, posso confermare che le frasi giuste le ho suonate solo quando sono riuscito a metterci il “cuore”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...